Ultimati gli studi classici, Onorio Zaralli si diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma, allievo del M° Angelo Persichilli, conseguendo successivamente il diploma “solista” al Royal College of Music di Londra. Premiato nei concorsi internazionali di Ancona, Stresa, Palmi e Città di Castello, inizia la sua carriera professionale in seno all’ Orchestra Sinfonica dell’ Accademia di S. Cecilia di Roma, Orchestra Sinfonica di Sanremo, Orchestra della Radiotelevisione di Bucarest. Come solista, esegue a Bologna prime esecuzioni assolute di opere di Donatoni, Guarnieri e Sciarrino con il Gruppo Strumentale Musica d’ Oggi ed è presente ad importanti Istituzioni concertistiche come Gonfalone di Roma, Primavera Musicale di Roma, Campus Internazionale di Sermoneta, Festival Pontino, Festival Paisiello di Taranto, Festival di Musica da Camera di Positano, Festival Barocco di Viterbo, Teatro Comunale di Teramo, Accademia di Francia in Roma, ecc.. Nell’ 84 inizia l’ attività concertistica all’ estero che diverrà man mano prevalente: Merkin Concert Hall e Manhattan School of Music di New York, Salle Cortot di Parigi, KBS Great Hall di Seoul, Playhouse di Adelaide, Rencontres Méditerranéennes in Francia, Lille, Lussemburgo e soprattutto in Russia, ove sarà attivo dal 1990 al 2004. Suona alla Filarmonica di Sverdlovsk, partecipa al Mozart Festival di Leningrado eseguendo l’ integrale dei concerti per flauto di Mozart oltre a composizioni a lui dedicate da autori russi. Tiene masterclasses in Italia e per il Manhattan School of Music di New York, Chewon School of Arts (Corea), Conservatorio Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo. I suoi concerti vengono trasmessi dalle televisioni coreane (TBC), australiane (SBS), russe (Leningrad TV) e da Rai International. Registra per Radiouno, Radiodue, Radiotre, R.S.L. Radio di New York, Radio Vaticana. Nel 92 e 93 realizza il Concerto di Pasqua a San Pietroburgo, sponsorizzato dall’ ENI e trasmesso da RAIUNO. A San Pietroburgo registra due CD e un Home Video con musiche di Stamitz, Vivaldi, Gluck, Bach e Mozart per flauto e orchestra, sotto la direzione di A. Anichanov e S. Sondetzkis. Nel 94 è nominato direttore artistico del Festival della Musica Italiana presso la Filarmonica “Glinka” di San Pietroburgo, nel 97 Presidente del Festival Internazionale “Concerto Italiano” presso l’ Accademia Farnese di Caprarola. Nel 98 esegue a Brescia un concerto in memoria di A. Benedetti Michelangeli, con l’ Orchestra I Cameristi Lombardi, diretti da M. Conter. E’ autore delle ricerche “Mozart, Concerti per flauto”, “In Concerto, il controllo dell’ emotività nelle pubbliche esecuzioni” e “Suonare con l’ anima, autocontrollo e sviluppo integrale”. Nel 96 definisce un nuovo modello di testata, realizzata in legni pregiati, con la quale sponsorizza il Concorso “F. Cilea” di Palmi. Nel 99 fonda, a Padova, l’ Accademia Flautistica Veneta. Appassionato di linguaggi multimediali, ha conseguito il Master Universitario con lode e menzione presso l'Università agli Studi della Tuscia di Viterbo in "E-Learning e Learning Object". Ha pubblicato libri e CDRom multimediali per gli editori Argo, De Agostini, Garamond e Bulgarini.

OZ su YouTube

 

 J. S. Bach, Badinerie, dalla Suite in si minore per flauto e archi  n. 2 BWV 1067

 

 

C. Stamitz, Andante, dal COncerto in Sol Maggiore op. 29 per flauto e orchestra

 

 

 C. W. Gluck, Danza degli Spiriti Beati, per flauto e orchestra

 

 

C. Debussy, Syrinx, per flauto solo

 

 

J. S. Bach, Allemanda dalla Partita in la minore per flauto solo